archivio di artisti onomato

archivio di artisti?

Archivio - il termine evoca immagini dell'"archivio della polvere", file grigi e schedari.
L'idea di un archivio d'artista, emersa da un gruppo di artisti intorno a onomato Verlag, riguarda la progettazione di un luogo e le forme di un'arte della memoria e di una cultura di riferimento aperta. È emerso uno spazio spirituale, la scultura sociale di una cultura aperta della tradizione. Coltivazione della conversazione, conferenze e discussioni sul lavoro dell'artista, una ricerca a lungo termine di argomenti, comprese le collezioni, l'arricchimento di oggetti trovati e riferimenti con elementi mobili: queste sono alcune forme, per così dire, di un gabinetto di curiosità dello spirito e le arti.

Fondamentali sono anche le riflessioni di personalità come Hannah Arendt, Walter Benjamin e Franz Kafka. Riflessioni sulla questione di come, dopo la rottura e la perdita di significato delle tradizioni canoniche in età moderna, sia concepibile che si possa tramandare una forma aperta. Nel riferimento, nella ripetizione, variazione e trasformazione, nell'esperienza analogica nella rete di relazioni tra arte contemporanea, poesia, filosofia e arti visive, può nascere una nuova tradizione.
La forma coltivata dal 1998 al 2016 attualmente non ha posto, ma può essere riportata in vita in qualsiasi momento.