Blog: https://alfredwerke.wordpress.com.          Foto: © D. Höpfner

Scrittore - Autore - Lettore

Bettie I. Alfred è nata come Iris Andrea Niedermeyer nell'ospedale universitario di Mainz negli anni '70. Si è poi trasferita dalla casa di pietra nel villaggio a un nuovo complesso residenziale di Berlino sull'autostrada. Più tardi, quando fu catapultata in un liceo musicale, si trasferì in centro in un vecchio edificio elegante. Ha lasciato quel liceo quando ha finito il liceo per completare un'educazione pedagogica. Il lavoro creativo ed estremamente stimolante con i bambini rifugiati provenienti dalle zone di guerra ha portato negli anni '90 a diverse esibizioni nei dormitori di Berlino, che alla fine hanno fatto sì che la signora Alfred desse spazio a un desiderio a lungo accarezzato, ovvero quello di una carriera teatrale. Ha iniziato la formazione di recitazione e allo stesso tempo ha scritto tutto ciò che aveva in mente e quindi vicino al suo cuore. Alla luce dei fari, trovava sempre più difficile pensare, ma per niente quando era alla sua scrivania. Negli anni 2000 era ancora molto sul palco e da lì leggeva il suo in modo volubile cosiddetto prosa in cavità.

Dopo essersi allontanata dalla "fase di lettura" si è rivolta al classico lavoro di scrittore (seduta, pensiero, scrittura). Ha scritto, e scrive quotidianamente, la sua prosa vuota (ora ci sono circa 1800 pagine) e il resto del suo romanzo "Wie ein Komma im Ablaichsubstrat" ​​​​(ne ha letto estratti in un programma radiofonico nel 2007, in cui era una volta è un ospite accidentale).

La presenza di un mondo emotivo per lo più tragicomico costituisce la base del lavoro della signora Alfred. Con la scoperta della recita radiofonica (una specie di teatro alla scrivania) come forma artistica nel 2017, ha trovato un modo ideale per coniugare la scrittura con la voglia di suonare. 
Oltre al romanzo citato, ha scritto una sceneggiatura per uno psicodramma intitolato Weißzone, diversi programmi radiofonici, la maggior parte dei quali sono stati poi realizzati e trasmessi con successo (tra cui Zauderwut, che è persino entrato nel programma radiofonico del mese ed è stato nominato da la RBB per il 70° premio radiofonico per ciechi di guerra), saggi divertenti, racconti lunghi e brevi e alcune pagine di poesie in bianco e nero più oscure, che scrive con la sua macchina da scrivere preferita, una macchina da scrivere portatile chiamata "underwood 315" , soprattutto in caso di maltempo. 
Nel 2021 ha ricevuto una borsa di studio dall'Academy of Arts nel campo dei radiodrammi. Grazie a un'altra borsa di studio, questa volta di VG Wort, sta attualmente scrivendo il suo romanzo incompiuto.

regista radiofonico

Dal 2017, la signora Alfred ha anche realizzato spettacoli radiofonici (scrittura, registrazione, impostazione della musica, montaggio, montaggio, marketing) oltre alle sue pratiche quotidiane. 

 

Disponibile come audiolibro dal 20 luglio

Testo, regia, suono e tecnologia: Betti I Alfred
Lunghezza: 35: 20 min
Relatore: Bettie I. Alfred, Christoph Theussl
Composizione del carillon all'inizio e alla fine: Betti I Alfred
Date di trasmissione passate: 12 novembre 2018, MDR Kultur
                                              21 luglio 2021, WDR3

19,80  IVA inclusa, escluse spese di spedizione

Questa trasmissione radiofonica parla di un uomo e una donna. Forse un paio? Non lo sai esattamente. Si parlano e tuttavia non si parlano. Parlano l'uno contro l'altro e si superano. Cosa volete l'uno dall'altro? Sono insieme da soli. Niente del tutto, perché c'è anche un cane. In caso di una possibile separazione, sorge la domanda: chi ha più bisogno di lui? Chi può prendersi cura di lui? chi lo ama di più
La casa in cui sei seduto è traballante, è in piedi nel rumore. Un mondo diffuso aleggia intorno ad esso. A volte qualcosa esplode. L'umore cambia. Tutto varia. costantemente. Ci sono momenti di pace e di grande crisi. Insieme da soli e ciascuno per sé, uno è monotropico nel qui e ora.
Gli anni passano, tutto e niente succede. Vi aspettate l'un l'altro. Il cane poi morto, un omicidio? ... e ancora niente.

Bine e Frankie vivono l'uno accanto all'altro in un ciclo senza fine. Prima con un cane, poi senza un bambino. La casa è traballante, sta nel rumore. Un mondo diffuso aleggia intorno ad esso. A volte qualcosa esplode. Tutto varia. Passano gli anni, succede di tutto, una nuova moglie, il cane muore, un omicidio. Eppure non succede nulla. Una follia nel senso migliore di Bekett, in cui nulla ticchetta più. Ciò che rimane sono contraddizione, irritazione, commedia spaventosa e confusione attraente.

Ho scritto il dialogo molti anni fa in una situazione di crisi. Ho dovuto elaborare la mia infanzia e la storia dei miei genitori che si sono separati quando avevo due anni. Allo stesso tempo, ero anche interessato agli "stati uniti da soli" delle persone. E la vicinanza a un animale invece che a un essere umano. E i rifugi. Fu costruita una casa, che però aveva crepe ovunque e quindi non poteva mai uscire dall'esterno. Qualcosa nel pezzo vibra e poi si blocca di nuovo. Come noi umani. Va su e giù. Tutto il tempo. Guardi nel passato e nel futuro e non ti rendi conto di cosa significhi effettivamente stare insieme.

Betti I Alfred

© Fundstück, Bettie I. Alfred

La vita è una festa. Un dramma audio di Bettie I. Alfred. Breve introduzione a Bettie I. Alfred

Un breve resoconto di Bettie I. Alfred su: "Life - a festival"

 Esempio audio da: Life – A Festival

Dal quotidiano di Lipsia:
“Ci sono cose significative? O tutto ciò che fai è comunque privo di significato?" E la persona che cerca un significato si dirige inevitabilmente nella catastrofe dell'insensatezza?" In ogni caso, aveva senso che la regista radiofonica Bettie I. Alfred si ponesse queste domande. La giuria ha scelto domenica sera il suo dramma esistenzialista "Life - a Festival" come "Best Long Radio Play". Una riflessione meravigliosamente deprimente sull'uniformità della vita usando l'esempio di una coppia con un cane. Gli anni passano nell'opera di fantasia di Alfred e gli amanti Bine e Frenky a malapena se ne accorgono.

Dalla dichiarazione della giuria della trasmissione radiofonica estiva Lipsia:
Da Life – A Celebration of Bettie I. Alfred è uno spettacolo radiofonico in grado di trascinarti fin dal primo momento nel cosmo della sua stessa storia, il gabinetto delle curiosità del rapporto tra uomo e donna. Una coppia che è andata dai cani.

Un evento di ascolto realizzato artisticamente a tutti i livelli.
Kai Grehn, creatore di programmi radiofonici

Miglior trasmissione radiofonica lunga - Radio Play Summer, Lipsia  2018